Carta d'Identità

Carta d'Identità

Ufficio: Ufficio Anagrafe
Referente: Carla Castelli
Responsabile: D.ssa Maria Cristina Cantini
Indirizzo: Sede di Scarperia - Via Roma n. 147. Sede di San Piero a Sieve - Piazzetta del Comune n. 1
Tel: Scarperia 055 - 8431601. San Piero a Sieve 055 - 8487538
Fax: Scarperia 055 - 846509. San Piero a Sieve 055 - 848432
E-mail: comune.scarperiaesanpiero@postacert.toscana.it
Orario di apertura: Orario di apertura: Martedì- Mercoledì- Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 - Giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,30 ( esclusi i mesi di luglio e agosto ) Sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,30

Descrizione

La Carta d'identità è un documento di riconoscimento che può essere rilasciato alle persone residenti nel Comune o che sono temporaneamente dimoranti ( in tal caso previo nulla osta del Comune di residenza ).

Modalità di richiesta

E' necessario presentarsi personalmente allo sportello.

Requisiti del richiedente

La Carta d'Identità viene rilasciata a tutti i cittadini senza limitazione di età.

La validità temporale di tale documento è la seguente:

da 0 a   3  anni        validità 3 anni

da 3 a  18 anni        validità 5 anni

per i maggiorenni validità 10 anni

Dal 9 febbraio 2012 il documento viene rilasciato con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

La carta d'identità viene rilasciata:

  1. ai cittadini residenti a Scarperia
  2. ai cittadini temporaneamente residenti a Scarperia, previo nulla-osta del Comune di residenza
  3. ai cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'A.I.R.E. di Scarperia, i quali possono richiederla anche all'autorità italiana competente per territorio nello stato estero di residenza

Validità per l'espatrio

Per i maggiorenni la carta d'identità è valida per l'espatrio, purchè gli stessi rendano le necessarie dichiarazioni di assenza di cause ostative previste dalla legge.

Per i minorenni:

  1. da 0 a 18 anni o interdetti, la carta d'identità può essere resa valida per l'espatrio con l'assenso di entrambi i genitori, o del tutore,  o nulla osta del giudice tutelare ( Tribunale competente Pontassieve ). In caso di rifiuto all'assenso da parte di un genitore, è possibile supplire a ciò mediante l'autorizzazione del Giudice Tutelare. In caso di genitori separati legalmente, divorziati, celibi o nubili, è necessario presentare l'autorizzazione del Giudice Tutelare. L'autorizzazione non è necessaria quando il richiedente abbia l'assenso dell'altro genitore o quando sia titolare esclusivo della potestà sul figlio. ( Legge 1185 del 21/11/67 art. 3 comma b );
  2. da 0 a 14 anni l'uso della carta d'identità valida per l'espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di che ne fa le veci ( munito, se del caso, di certificato di nascita con paternità e maternità ) o che venga menzionato ( su una dichiarazione rilasciata dai genitori, convalidata dalla Questura o dal Consolato ) il nome della persona, dell'Ente o della Compagnia di trasporto a cui il medesimo minore è affidato.
  3. E' consentito, su richiesta degli interessati, l'annotazione del nome dei genitori sulla carta d'identità valida per l'espatrio dei minori di anni 14.

Documentazione da presentare

Per i cittadini italiani (maggiorenni, minorenni o interdetti)

  • N. 3 foto tessera uguali, recenti a colori,  a mezzo busto, a capo scoperto ( ad eccezione dei casi in cui la copertura del capo con velo, turbante o altro sia imposta da motivi religiosi, purchè i tratti del viso siano ben visibili ).
  • Un valido documento di riconoscimento ( in mancanza, occorre la presenza di due persone maggiorenni, munite di un documento di identità valido, che dichiarino di conoscere personalmente l'interessato ); per i minorenni bastano i genitori o uno soltanto.
  • In caso di furto o smarrimento occorre la denuncia in originale rilasciata dall'Autorità di Pubblica Sicurezza ( Questura ) o dai Carabinieri.
  • Per i minori di anni 18, che non richiedono la carta valida per l'espatrio la richiesta del documento del minore deve avvenire in presenza di entrambi i genitori e del minore stesso. E' possibile la presenza di un solo genitore che accompagna il minore, ma in questo caso occorrerà la presenza di un altro soggetto maggiorenne in qualità di testimone, oppure l'esibizione di un documento di riconoscimento del minore in corso di validità.

Per i cittadini stranieri maggiorenni

Per i cittadini stranieri residenti, la carta d'identità viene rilasciata NON VALIDA AI FINI DELL'ESPATRIO.

  • I cittadini stranieri, oltre alla documentazione prevista per i cittadini italiani  devono presentare, in originale, il permesso di soggiorno o carta di soggiorno non scaduti.

Per i cittadini stranieri minorenni

Nel caso di rilascio della carta d'identità ai minori di cittadinanza straniera è necessaria la presenza di ambedue i genitori,  oppure di almeno un genitore e di un altro soggetto maggiorenne in qualità di testimone, oppure di almeno un genitore munito di unn  altro  documento del minore in corso di validità ( passaporto ecc..). La qualità di genitore deve essere correttamente registrata in anagrafe. Occorre inoltre che il minore sia titolare di permesso di soggiorno in corso di validità o che lo stesso figuri iscritto sul permesso di soggiorno del genitore. 

 

Costi

Il rilascio della carta d'identità è soggetto al pagamento di € 5,42; per il duplicato l'importo è di € 10,59.

Tempi

Il rilascio della carta d'identità è immediato.

Per i non residenti il tempo di consegna dipende dal periodo di tempo occorrente per il rilascio del nulla osta da parte del Comune di residenza.

Informazioni

Il rinnovo è possibile anche a partire da 180 giorni prima della scadenza di validità.

Le carte di identità valide alla data del 25 giugno 2008, hanno validità 10 anni a condizione che vengano convalidate dal Comune di residenza mediante l'apposito timbro nel quale viene indicata la nuova scadenza.

E' possibile apporre il timbro anche sulla carta d'identità del cittadino non residente, previa concessione di nulla osta da parte del Comune di residenza.

La proroga della validità può essere attestata in qualsiasi momento l'interessato ne faccia richiesta.

La richiesta di attestazione della proroga può essere presentata da persona diversa dall'intestatario della C.I. se munita di delega come previsto dall'art.38 del DPR.445/2000.

ATTENZIONE!

La Prefettura di Firenze ha reso noto che sono stati segnalati disagi provocati dal mancato riconoscimento, da parte delle Autorità di frontiera di un significativo numero di Paesi Esteri, del documento di identità prorogato con le suddette modalità.

A seguito di quanto sopra il Ministero dell'Interno, attesa la particolare circostanza di inutilizzabilità per l'espatrio del documento prorogato, consente l'emissione di una nuova carta.

Pertanto, a richiesta del cittadino che intende recarsi all'estero, potrà essere rilasciato un nuovo documento d'identità, previo ritiro di quello in possesso dell'interessato.

ELENCO DEGLI STATI CHE RICONOSCONO LA VALIDITA' DELLA CARTA D'IDENTITA' AI FINI DELL'INGRESSO NEI RISPETTIVI TERRITORI


La carta d'identità valida per l'espatrio può essere utilizzata per recarsi in :

ALBANIA - ANDORRA - AUSTRIA - BELGIO - BOSNIA/ERZEGOVINA - BULGARIA - CIPRO - CROAZIA - DANIMARCA - EGITTO (1) - ESTONIA - FINLANDIA - FRANCIA - GERMANIA - GIBILTERRA - GRECIA - IRLANDA - ISLANDA - LETTONIA - LIECHTENSTEIN - LITUANIA - LUSSEMBURGO - MACEDONIA - MALTA - MAROCCO (2) - MONACO - MONTENEGRO - NORVEGIA - OLANDA - POLONIA - PORTOGALLO - REGNO UNITO - REPUBBLICA CECA - ROMANIA - SAN MARINO - SERBIA - SLOVACCHIA - SLOVENIA - SPAGNA - SVEZIA - SVIZZERA - TUNISIA (2) - TURCHIA (3) - UNGHERIA.


(1) EGITTO: (Solo per turismo). La carta di identità con validità residua di sei mesi deve essere accompagnata da due foto formato tessera per il rilascio del visto d'ingresso.

(2) MAROCCO - TUNISIA : Solo per chi vi si reca con viaggio organizzato.

(3) TURCHIA : Ingresso per un periodo massimo di 30 giorni

 

 

Una scelta in comune
Esprimi la tua volontà sulla donazione di organi e tessuti


Dal 25 maggio 2016 nel nostro Comune è possibile dichiarare e registrare la propria volontà al consenso o al diniego sulla donazione di organi e tessuti, firmando un semplice modulo, al momento del rilascio o del rinnovo della carta d'identità.
Quando il cittadino richiede la carta d'identità, l'operatore dell'anagrafe domanderà se desidera dichiarare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti.
Nel caso in cui il cittadino decida di esprimere la propria volontà - sia essa positiva o negativa - questa confluirà direttamente nel Sistema Informativo Trapianti, il database del Ministero della salute, consultabile 24 ore su 24, che raccoglie tutte le espressioni di volontà sulla donazione di organi e tessuti.
La domanda sarà rivolta a tutti i cittadini maggiorenni.
Il dato acquisito non viene indicato sul documento di identificazione. Sarà possibile modificare in qualsiasi momento la scelta indicata, comunicandolo alla propria Asl. Fa fede l'ultima dichiarazione resa in ordine temporale.
Questa nuova opportunità di registrazione della volontà, prevista dalla legislazione nazionale di riferimento, si affianca alle altre tuttora vigenti ed è sostenuta dal progetto regionale "Una scelta in Comune" realizzato da Regione Toscana in col­laborazione con Anci Toscana, Federsanità Anci, Centro Nazionale Trapianti e AIDO.
Il progetto "Una scelta in comune" è già attivo in alcuni Comuni della Toscana.

Riferimenti normativi Legge di conversione 25/2010 "Milleproroghe", Legge di conversione 98/2013 "Decreto del Fare"

Avvertenze

Solo per gravi motivi ( malattia, invalidità etc..) si procede al rilascio della carta d'identità al domicilio dell'interessato.

Normativa di riferimento

R.D. n. 773/1931; R. D. n. 635/1940; D. P.R. n. 1656/1965 "Norme sulla circolazione e soggiorno dei cittadini degli Stati membri della CEE"; L. n. 1185/1967 "Norme sui passaporti"D.P.R. 6.8.74, n. 649 "Disciplina dell'uso della carta d'identità e degli altri documenti equipollenti al passaporto ai fini dell'espatrio"; D.P.R. n. 445/2000 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa"; D.L. n. 112/2008 art. 31. ; Decreto Legge 13/05/2011 n. 70

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *