Cambiare residenza

Cambiare residenza

Ufficio: Servizi Demografici
Referente: Carla Castelli
Responsabile: D.ssa Maria Cristina Cantini
Indirizzo: Sede di Scarperia - Via Roma n. 147 Sede di San Piero a Sieve - Piazzetta del Comune n. 1
Tel: 055 - 8431602-601-635 San Piero a Sieve 055 - 8487538 - 537
Fax: Scarperia: 055 - 846509 San Piero a Sieve 055 - 848432
E-mail: comune.scarperiaesanpiero@postacert.toscana.it - anagrafe@comune.scarperiaesanpiero.fi.it
Orario di apertura: Martedì - mercoledì - venerdì - sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00 - giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,30 (escluso i mesi di luglio e agosto)

Modalità di richiesta

Le domande di iscrizione provenienti da altro comune o dall'estero, di cambio di abitazione all'interno del comune o di trasferimento all'estero devono essere redatte su modulistica ministeriale (vedi allegati in calce alla scheda) debitamente compilata, sottoscritta e corredata della documentazione indicata dal ministero stesso.
Potranno essere presentate: 

- personalmente presso l'Ufficio Anagrafe;

- per posta raccomandata all'indirizzo: Comune di Scarperia e San Piero  - Anagrafe, Via Dei Bastioni 3 - 50038 Scarperia e San Piero  

- per fax ai n. 055 846509 - 055 848432

- per via telematica, nel rispetto di una delle seguenti condizioni:l

la richiesta sia sottoscritta con firma digitale ed inviata all'indirizzo di posta elettronica certificata: comune.scarperiaesanpiero@postacert.toscana.it

  • la dichiarazione sia trasmessa dalla casella di posta elettronica certificata (pec) del dichiarante all'indirizzo di posta elettronica certificata: comune.scarperiaesanpiero@postacert.toscana.it
  • la dichiarazione recante la firma in originale e la riproduzione integrale del documento di identità valido del dichiarate, siano entrambi acquisiti a mezzo scanner e trasmessi per posta elettronica semplice all'indirizzo: anagrafe@comune.scarperiaesanpiero.fi.it
  

La dichiarazione di residenza è resa a norma del dpr 445/2000, pertanto in caso di dichiarazioni mendaci si applicano gli art. 76 e 77 dello stesso dpr, che dispongono la decadenza dai benefici acquisiti (ovvero il ripristino della posizione anagrafica precedente, come non fosse mai intervenuta alcuna modifica), nonchè il rilievo penale. E' perciò prevista la comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza

Per coloro che:.

  • entrano in una convivenza (caserma, casa di riposo, casa di accoglienza, ecc.):
    è il capo convivenza che presenta la dichiarazione anagrafica;
  • entrano a far parte di un nucleo familiare già residente (anche se non necessariamente nello stesso stato di famiglia):all'atto della dichiarazione è necessario il consenso di un maggiorenne di detto nucleo.

Le dichiarazioni relative ai minori possono essere presentate solamente da chi ne esercita la potestà o tutela.

Requisiti del richiedente

Il 9 maggio 2012 sono entrate in vigore le nuove norme sul "cambio di residenza in tempo reale".
Le modifiche emanate dal Legislatore riguardano specificamente:

  1. il trasferimento di residenza da altro comune , dall'estero o trasferimento di residenza all'estero;
  2. la costituzione di nuova famiglia o mutamenti intervenuti nella composizione della famiglia ;
  3. il cambio di abitazione all'interno del comune

Per residenza si intende avere la dimora abituale nel Comune di Scarperia e San Piero.

 A tal fine giova ricordare che per dimora abituale si intende la permanenza nel luogo dichiarato, la quale non è incompatibile con eventuali allontanamenti, unitamente alla volontà di rimanervi. ( Corte di Cassazione 1965 )  

Documentazione da presentare

Per coloro che provengono da altro COMUNE ITALIANO:

La domanda di residenza deve contenere necessariamente tutti i dati obbligatori previsti negli appositi moduli.
Occorre quindi allegare copia del documento di identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni in materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

  • Il cittadino di Stato EXTRA-UE deve allegare la documentazione indicata nell' allegato A).
  • Il cittadino di Stato appartenente alla UE deve allegare la documentazione indicata nell' allegato B).

Iter procedura

Contestualmente alla presentazione della dichiarazione anagrafica allo sportello o successivamente, con altro mezzo, verrà rilasciata la comunicazione di avvio del procedimento prevista dalla Legge 241/90 e recante l'informazione degli accertamenti da eseguire e la durata del procedimento;

  • entro 2 giorni lavorativi il comune dispone la registrazione della nuova residenza, con decorrenza dalla data di presentazione della richiesta e - ove ne ricorra il caso - richiede la cancellazione al comune di provenienza, il quale la dispone entro 2 giorni lavorativi. Lo stesso comune di provenienza entro 5 giorni lavorativi comunica/conferma al comune di nuova iscrizione i dati necessari alla registrazione della scheda individuale e di famiglia;
  • nelle more il comune di nuova iscrizione rilascia solo certificazioni di residenza e stato di famiglia, limitatamente alle informazioni documentate; il comune di provenienza invece sospende immediatamente la certiicazione;
  • il comune di nuova iscrizione dispone - attraverso la Polizia Municipale - accertamenti per la verifica della dimora abituale, dei quali deve obbligatoriamente comunicare l'esito all'interessato entro 45 giorni dalla data di presentazione della domanda, pena il silenzio-assenso;
  • in caso di pre-requisiti mancanti (es. titolo di soggiorno) od esito negativo dell'accertamento in ordine alla dimora abituale - fatto salvo il rispetto del termine di cui sopra - il comune  invia all'interessato il preavviso di rigetto previsto dall'art. 10 bis Legge 241/90 smi. L'interessato ha diritto di presentare, entro il termine di 10 giorni, osservazioni e documenti. La comunicazione interrompe i termini, che iniziano a decorrere di nuovo dalla data di presentazione delle osservazioni o, trascorsi 10 giorni dalla comunicazione di cui sopra. Le motivazioni di mancato accoglimento delle osservazioni dovranno essere indicate nel provvedimento di rigetto e di ripristino della posizione precedente
  • le richieste prive di informazioni essenziali NON sono ricevibili 
  • la mancata comunicazione dei dati della patente di guida e dei documenti di circolazione dei veicoli non rende la dichiarazione di iscrizione in anagrafe o cambio di indirizzo irriceevibile e tuttavia pone l'intestario di questi documenti in una condizione di violazione dell'obbligo di comunicazione di variazione della residenza alla Motorizzazione Civile; obbligo previsto dalla normativa specifica e che è pesantemente sanzionato.

Costi

Il servizio è gratuito.

Informazioni

Si avvisano i cittadini che dal 13 Maggio 2016, fino a nuova comunicazione, le richieste di residenza sul territorio dell'ex Comune di San Piero a Sieve, con provenienza da altro Comune o dall'estero, devono essere presentate all'Ufficio Anagrafe nella sede di Scarperia Via dei Bastioni n. 3

Avvertenze

Il decreto-legge 28 marzo 2014 n. 47, convertito con modificazioni in legge 23 maggio 2014 n. 80, all'art 5 “Lotta all'occupazione abusiva degli immobili.....” stabilisce - tra l'altro - che chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può richiedere la residenza né l'allacciamento ai pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge. (omissis) I soggetti che occupano abusivamente alloggi di edilizia residenziale pubblica non possono partecipare alle procedure di assegnazione per i cinque anni successivi. Conseguentemente a tale disposizione è stata disposta l'acquisizione obbligatoria, in sede di dichiarazione anagrafica, delle informazioni relative al titolo di occupazione dell'immobile presso il quale l'interessato ha fssato la propria dimora abituale (proprietà, locazione o altro).

In caso di dichiarazioni mendaci il movimento anagrafico è annullato  (ovvero si ritorna alla posizione anagrafica precedente, come non fosse mai intervenuta alcuna modifica). Sarà data comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza; sono previste sanzioni penali.
 
 Dal 19 gennaio 2013 la Motorizzazione Civile NON invia più l'etichetta di aggiornamento dell'indirizzo per la di guida. Nel caso in cui dopo 180 giorni non sia pervenuto a domicilio l'etichetta di aggiornamento della carta di circolazione, è necessario che l'interessato contatti la Direzione Centrale della Motorizzazione Civile  al n. verde 800232323.
 
Per le residenze in alloggi di edilizia economico-popolare è inviata all' ERP comunicazione tesa alla verifica dell'autorizzazione prevista.
 

Normativa di riferimento

Art.5, Legge 24 Dicembre 1954 n.1228; art.7, D.P.R. 30 Maggio 1989 n.223.
Decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5 convertito in legge 4 aprile 2012 n. 35.
Decreto-legge 28 marzo 2014 n. 47, convertito con modificazioni in legge 23 maggio 2014 n. 80.

Reclami ricorsi opposizioni

Nel caso di diniego di iscrizione anagrafica è ammesso il ricorso al Prefetto della Provincia di Firenze oppure, in alternativa, al Tribunale Regionale Toscano, rispettivamente entro 30 e 60 giorni dal provvedimento di diniego.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *